Saturday, 04 December, 2021

 

La Giunta diserta il futuro


Condividi!

Ieri si è svolto un importante consiglio comunale in cui sono andate in votazione 3 nostre mozioni che hanno impegnato il consiglio a ragionare del futuro della città. Inoltre ci siamo espressi su una mozione presentata dal consigliere Amalio Santoro sul futuro dell’Eliseo provando a riportare la voce e le proposte di chi da anni si batte per farne un bene comune ed è invece condannato a vedere quella struttura ancora chiusa con nebulose prospettive davanti a se.

Certo immaginavamo qualche intervento in più, qualche contributo da parte della maggioranza – fatto salve alcune pregievoli eccezioni – per aprire una discussione franca sul Recovery Plan in Irpinia, sulla rigenerazione Urbana, sul superamento delle disuguaglianze di genere.

La prima mozione chiedeva l’impegno della giunta e del sindaco nel garantire una cabina di regia pubblica per orientare gli interventi per la rigenerazione delle case popolari tramite l’utilizzo dell’ecobonus del 110%. Il consiglio su indicazione del sindaco l’ha respinta adducendo la motivazione che Festa è già impegnato in una battaglia nazionale (pregievole per carità) per far valere il credito anche per i comuni dimenticando tutti quegli immobili di proprietà di altri enti su cui già si poteva lavorare oltre che tutti gli edifici privati per cui avevamo chiesto un coinvolgimento dell’associazione degli amministratori di condominio. Staremo a vedere se questa volta – sarebbe una piacevole sorpresa – il sindaco manterrà il suo impegno a favore della popolazione cittadina.

La seconda mozione chiedeva l’istituzione di un processo pubblico di partecipazione e coinvolgimento per quanto riguarda il PNRR e quindi i progetti da presentare per la nostra città – e provincia – a valere sul fondo Next Generation Eu. La maggioranza ha ritenuto invece che non fosse necessario discuterne, evidentemente ci sono altri luoghi titolati ad affrontare la questione del futuro del territorio e altre persone che dovranno decidere dove spenderemo quei miliardi piuttosto che la cittadinanza in forma diretta e la sua rappresentanza politica e sociale. Amaramente constatiamo che la lezione del terremoto di 40 anni fa non è servita a niente.

La terza riportava l’ordine del giorno della rete Giusto mezzo ed è stata approvata anche grazie all’impegno della consigliera di maggioranza Iannuzzi e l’assesore Mazza. Con il deliberato si impegna la giunta a chiedere che il 50% dei fondi del PNRR siano utilizzati per ridurre il gender gap, che sia incentivato lo smart working e la conciliazione dei tempi di vita e di lavoro, che il comune si impegni a realizzare un bilancio di genere e tanto altro. Ovviamente ci aspettiamo che ne conseguano azioni concrete e già dai prossimi giorni il consigliere Francesco Bubba Iandolo si muoverà in questa direzione coinvolgendo le associazioni, le cittadine e i sindacati. Sarebbe un buon segnale se il comune cominciasse da subito comunicando quando intende riaprire i consultori, l’asilo nido comunale ed istituire una casa delle donne. Sarebbe un ottimo passo in avanti.

Leggi gli interventi completi

Commemorazione 21 marzo
Intervento Ex-Eliseo
Intervento Superbonus 110%
Intervento Recovery Plan
Intervento Recovery Plan e Parità di Genere

0 comments on “La Giunta diserta il futuro

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Calendar

Dicembre 2021

Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
31